MOTORI
Test IRTA Day1, Zarco il migliore nell'ultima sessione di Valencia
Scritto il 2015-02-10 da Flavio Felsina su Infomoto2

Fonte: www.crash.net

E' Johann Zarco il migliore nel primo giorno di prove della Moto2 a Valencia. Il francese sulla Kalex del Team Ajo ha fatto segnare 1.34.754, meglio di Tito Rabat (Kalex). Il campione del mondo in carica, che ha scelto di correre questa stagione con il numero uno sulla carena, è secondo a 0,391s da Zarco, poi con il terzo tempo c'è Thomas Luthi anche lui passato alla Kalex quest'anno. 

Quarto tempo per l'inglese Sam Lowes con la Speedup poi il debuttante Alex Rins (Kalex) proprio davanti a Luis Salom (Kalex). Il primo tra i piloti italiani è Franco Morbidelli, settimo a 1,059s da Zarco. Più indietro Lorenzo Baldassarri e Simone Corsi, rispettivamente 15° e 17°.

Il pilota romano è al suo ritorno in pista ufficiale dopo l'uscita informale presso il circuito di Vallelunga nel week end scorso. Per Corsi c'è da verificare lo stato di forma dopo il lungo stop dovuto alla caduta di Silverstone, che gli ha causato diverse lesioni alla mano sinistra.

Chiudono i due piloti che provengono dal CEV. Il campione, Jesko Raffin è 26°, seguito dal secondo classificato della serie spagnola, Florian Alt. I due devono ancora prendere confidenza con le Dunlop (dato che nel CEV si corre con le Michelin) e con la furia dei piloti del mondiale Moto2. Per loro il rodaggio è appena iniziato.

Il pilota piú veloce in assoluto dell'intera tre-giorni, grazie anche alle condizioni favorevoli incontrate martedì scorso, è stato il francese Johann Zarco (Kalex), che lascia Valencia con il miglior crono in 1.34.754. Il francese, in quest'ultima giornata, invece si è piazzato ottavo a 1,9s dal malese Hazfiz Syahrin (Kalex), il migliore sotto la pioggia in 1.46.971. Il tedesco del team Octo Ioda Racing Florian Alt (+0.513s) e il finlandese Mika Kallio (+0.916s), da quest'anno in forza al team Italtrans Racing, si sono piazzati rispettivamente in seconda e terza posizione nell'ultima sessione odierna. Pochi giri per i piloti italiani della Moto2 in questa tre giorni. Rilevante segnalare il ritorno in sella dopo circa sei mesi di stop dall'incidente nel GP di Inghilterra a Silverstone per Simone Corsi. Il pilota romano è che si è classificato 17° al termine della prima giornata di test, è stato prudente nelle altre due, preferendo non rischiare con la pioggia.

Moto - Infomotogp

L'ex iridato Jorge Aspar Martinez (nella foto con Valentino Rossi per la celebrazione della collaborazione con l'Academy del 9 volte iridato) è stato rinviato a giudizio per corruzione nell'ambito delle indagini sul Gp di F1 di Valencia. Il team manager ha ricevuto la notifica dal tribunale superiore di giustizia di Valencia insieme alla ex consigliera regionale Dolores Johnson e all'ex presidente della Generalità Valenciana Francisco Camps.  Secondo l'articolo del sito spagnolo El Confidencial la richiesta di rinvio a giudizio per Aspar, Johnson e Camps, è dovuta per le questioni inerenti la gestione Gp di Formula uno di Valencia di cui avevamo già parlato.  Lo scandalo sulla gestione e l'organizzazione della gara di auto aveva evidenziato una "distrazione" di circa 400 milioni di euro dalle casse della Generalità Valenciana. Dunque, dopo le indagini dovute, il tribunale superiore di giustizia ha deciso il rinvio a giudizio per gli indagati in base alle richieste dell'autorità anti corruzione del  18 dicembre 2014.  

Moto - Infomotogp

Guai in vista per l'ex iridato e team manager Jorge Aspar Martinez, che si vede coinvolto nello scandalo sulla gestione delle gare di Formula uno a Valencia. Secondo il sito spagnolo Elconfidencial.com, Martinez insieme all'ex presidente della Generalità Valenciana Francisco Camps e con Lola Johnson (ex direttrice della TV Valenciana), rischia l'imputazione di appropriazione indebita, malversazione e altri reati societari per le vicende legate all'acquisto della società Valmor Sports da parte della Generalità Valenciana, titolare dei diritti della gara di F1 per Valencia. Secondo gli investigatori della "Finanza" iberica la società Valmor Sports (fondata nel maggio del 2007 da Fernando Roig, Jorge Martinez "Aspar", Bancaja e Dorna Sport), sarebbe stata uno strumento per distrarre oltre 400 milioni di euro dalle casse della Generalità Valenciana con la scusa dell'organizzazione del GP di Formula uno. Un grosso caso di presunta distrazione di capitali che va avanti dallo scorso maggio (come già descritto sempre da Elconfidencial.com in settembre), dunque, che è vissuto dall'opinione pubblica spagnola come un disonore. La notizia, infatti, è in apertura in tutti i media iberici di oggi, ma si tratta comunque di una faccenda che va avanti da qualche anno. A tutto questo si aggiunge il dossier confezionato dalla deputata della Generalità Valenciana, Eva Martinez. Nelle carte messe insieme dalla Martinez e subito acquisite dalla procura di Valencia, si sottolinea l'appropriazione indebita di denaro pubblico, tra le quali una commessa pubblicitaria di oltre un milione di euro sollecitata da Valmor Sports nei confronti dell'ente del Turismo di Valencia allo scopo di poter utilizzare a fini commerciali l'evento della F1. Non solo, a quanto emerge dalle carte presentate dalla deputata Martinez, la Valmor sarebbe stata acquisita dalla Generalità Valenciana al prezzo simbolico di un euro. In questo caso ci si chiede come si stato possibile procedere all'acquisto della Valmor Sports quando questa aveva già accumulato circa 34 milioni di euro di debiti (oltretutto con una clausola di non responsabilità per i precedenti amministratori).  Durante l'inchiesta, l'accusa ha raccolto le dichiarazioni da parte degli indagati, come Aspar, che hanno avuto il 33 per cento della società creata per gestire il Gran Premio di Formula 1 insieme all'imprenditore Fernando Roig e l'istituto bancario Bancaja (che è stato sponsor di Aspar per lungo tempo in tutte le classi), che erano in possesso degli altri due terzi. In questo momento la giustizia spagnola sta ancora investigando sugli illeciti, nel frattempo sono in molti in Spagna a parlare di questa faccenda, che non fa buona pubblicità ad uno dei personaggi più in vista del mondiale.

Moto - Infomotogp

Questo blog non è ufficiale e non è associato in alcun modo con il sito ufficiale www.motogp.com e con Dorna SA. MotoGP, Moto2 e Moto3 sono marchi registrati da Dorna SA. This blog is unofficial and is not associated in any way with the official web site www.motogp.com and Dorna SA. MotoGP, Moto2 and Moto3 are registered trade marks of Dorna SA .


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2017 Nanalab S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 09996640018