MOTORI
IM2: Rabat il migliore nella prima giornata di test a Valencia
Scritto il 2014-11-17 da Flavio Felsina su Infomoto2

Fonte: Foto Ian Wheeler

Tito Rabat è stato il pilota più veloce in pista durante il primo dei due giorni di test a Valencia facendo segnare il miglio tempo in 1.35.287.

Il pilota del Team Estrella Galicia Marc VDS ha completato un ampio programma di test a bordo Kalex Moto2 versione 2015, dichiarandosi impressionato rispetto l'ultima variante della moto sulla quale ha vinto il Campionato del Mondo Moto2 in questa stagione.

Per Alex Marquez, il processo di familiarizzazione proseguito oggi a Valencia. Il Campione del Mondo Moto3 ha sfruttato al meglio le condizioni favorevoli, soleggiate e asciutte per migliorare il suo feeling con la sua Kalex Moto2. Il diciottenne spagnolo ha chiuso 13° nella classifica dei tempi, a meno di 1.5s dal tempo del suo compagno di squadra, nonostante una scivolata alla curva cinque di questo pomeriggio.

"Sono andato bene oggi - ha detto Rabat - e sono molto contento della versione 2015 della Kalex. Abbiamo provato un sacco di cose come sospensioni, freni e posizione di guida, tutto quello che dobbiamo fare ora è testare e valutare per migliorare la moto in vista della prossima stagione. Sono contento dei progressi che abbiamo fatto oggi e spero di poter continuare a migliorare allo stesso modo domani".

In pista anche i piloti del Team Pons con Luis Salom, Alex Rins e Edgar Pons. La loro squadra non ha comunicato i tempi, ma c'è da rilevare il gran lavoro fatto da Alex Rins per essere già pronto alla Moto2 come il suo ex compagno Alex Marquez.

"E 'stata una giornata molto positiva - ha detto Rins - questo è stato il primo contatto con le condizioni reali visto il bel tempo che abbiamo trovato. In effetti è stato più difficile che a Jerez. Sono già a un punto nel quale vedo forte, con un buon ritmo, ma ora comincia a essere difficile far scendere i tempi. Ora dobbiamo continuare a lavorare per migliorare il ritmo e a concentrarci sul giro secco".

A Valencia anche Mika Kallio, che con la Kalex del Team Italtrans ha provato a insidiare l'ex compagno di squadra Esteve Rabat. Il finlandese si candida subito tra i contendenti del titolo 2015.

Foto
Con l'arrivo del freddo e con la mancanza di gare da fare è tempo di vendere. Oltre alla PBM che sta letteralmente svuotando il suo reparto corse MotoGP - in vendita ci sono due PBM, due ART, più materiale del box (pannellature, attrezzi, ecc) e addirittura il bilico usato per le trasferte europee - c'è del movinento anche nella Moto2. In vendita una Kalex e tre Suter. Si tratta delle moto di Esteve Rabat, Johann Zarco, Josh Herrin, e di Gino Rea. Tutto si trova in perfette condizioni, o almeno sono come i piloti le hanno lasciate dopo la gara di Valencia. Se vi prude la fantasia di avere una Moto2 per andare a girare, queste moto nello specifico non vengono via a buon mercato. Sono necessari infatti 75.000 € per la moto campione del mondo di Rabat  (compreso nel prezzo telaio 2014 compreso di forcellone, cablaggi, sospensioni Ohlins, motore Moto2, freni Brembo, più altre splendide cosucce) mentre con dieci mila euro in meno potete ambire alla Suter Caterham di Johann Zarco (compreso nel prezzo anche il forcellone prototipo, il telaio 2015, sospensioni WP, un motore con specifiche Moto2, freni Brembo, scarichi e l'elettronica 2D). Minore è la richiesta per le Suter di Rea (60.000€) e di Josh Herrin (58.000€), comunque si tratta di moto dotate di una discreta quantità di ricambi. Se siete interessati, ecco chi contattare: David Rea +447710728900 (rearacing@sky.com) o Martin de Rooy +447768885888.

Moto - Infomotogp

Un Thomas Luthi quantomeno sorpreso, strappa l'oro dalla carena di Esteve Rabat all'ultimo metro, togliendogli la soddisfazione di festeggiare in casa e con una vittoria  il fresco titolo conquistato in Malesia. Con il titolo già assegnato quindi, e lo spagnolo che per celebrarlo sfoggia una inedita livrea versione Goldfinger, la gara della Moto2 è vissuta quasi esclusivamente sul duello del campione del mondo con lo svizzero Luthi. Un duello che si è consumato tutto nel corso dell'ultimo giro; ma qualcosa deve essere accaduto se lo spagnolo è uscito per primo dall'ultima curva e, improvvisamente, la sua Kalex ha rallentato in maniera inaspettata, permettendo a Luthi di sorpassarlo quando ormai sembrava impossibile. Scatta in testa Esteve Rabat che sfrutta al meglio il vantaggio della pole position conquistata ieri, e si tira dietro Luthi, Zarco ed un ottimo Franco Morbidelli, unico degli italiani nelle posizioni di testa, che purtroppo cade e rientra nelle retrovie mentre, poco dopo, si ritira invece Mattia Pasini. Nel corso del primo giro, mentre Vinales abbatte Kallio e si prende una buona dose di improperi dal finlandese, i primi due cercano di allungare mettendo un po' di margine sugli inseguitori; circa a metà gara, i due riescono a portare quasi a 3 sec.il loro vantaggio sul francese Zarco che mantiene a sua volta, un secondo su Aegerter alle sue spalle. Tutto prosegue di conserva sino all'ultimo passaggio quando Luthi prova a passare Rabat, non ci riesce ma, quando tutto sembra compromesso, ecco il colpo di scena a pochi metri dalla line del traguardo; per l'ultimo gradino del podio la lotta tra Zarco e Salom termina a favore del francese. Per trovare il primo degli italiani bisogna scendere sino alla decima posizione conquistata da Lorenzo Baldassarri.      

Moto - Infomotogp

L'ultima gara del 2014 verrà corsa da Esteve Rabat con una Kalex del tutto particolare. La moto del campione del mondo non ha i colori canonici del Team Marc VDS ma è carbon look nel fondo, mentre tutto il resto è d'oro. Nel colore del metallo prezioso sono tutti gli adesivi degli sponsor ma anche la finitura superficiale dello scarico. Non solo anche la tuta di Rabat è nera e ha in oro tutto il resto. Una bella pubblicità per il papà di Rabat che è uno dei più grandi commercianti di preziosi della Catalogna, forse o più probabilmente una "sboroneria" da ultima gara.

Moto - Infomotogp

INFOMOTOGP
MOTORI

Questo blog non è ufficiale e non è associato in alcun modo con il sito ufficiale www.motogp.com e con Dorna SA. MotoGP, Moto2 e Moto3 sono marchi registrati da Dorna SA. This blog is unofficial and is not associated in any way with the official web site www.motogp.com and Dorna SA. MotoGP, Moto2 and Moto3 are registered trade marks of Dorna SA .


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2019 Nanalab S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 09996640018