MOTORI
IMGP: Bautista con Aprilia in MotoGP
Scritto il 2014-09-15 da Flavio Felsina su Infomotogp

****COMUNICATO UFFICIALE APRILIA****

Il pilota spagnolo Alvaro Bautista porterà in pista una delle Aprilia ufficiali che il prossimo anno correranno nel Mondiale MotoGP, gestite dal Team Aprilia Gresini Racing.

L'accordo con Bautista ha valore biennale, per le stagioni 2015 e 2016.  Pilota di grande esperienza, Bautista – nato a Talavera de la Reina il 21 novembre 1984 – ha mosso i suoi primi passi nel Campionato mondiale proprio in sella alle Aprilia 125cc, con le quali si è laureato Campione del Mondo nella classe "ottavo di litro" nel 2006.

Al suo quinto anno nella categoria regina, la MotoGP, Bautista vanta 3 podi e una pole position, con all'attivo un palmarès totale di 16 vittorie, 33 podi e 18 pole position.

L'ingaggio di Alvaro Bautista segue di poche ore l'annuncio ufficiale del ritorno del marchio Aprilia nel Campionato Mondiale MotoGP – già nel 2015, con un anno di anticipo rispetto ai programmi annunciati – attraverso una collaborazione quadriennale con il Team Gresini Racing, e viene commentato con soddisfazione dal Responsabile di Aprilia Racing Romano Albesiano. "Rappresenta un ulteriore passo nella definizione  della squadra che porterà le moto Aprilia in pista per la prossima stagione MotoGP” afferma l'ing. Albesiano. "Venerdì scorso abbiamo annunciato il rientro con Gresini Racing, oggi mettiamo a posto un’altra importantissima tessera del mosaico annunciando l'ingaggio di Bautista. Ne sono particolarmente soddisfatto perché conferma Alvaro all’interno di una squadra che già ben conosce, creando le premesse per quella rapidità nella ricerca della massima competitività che ci ha portato ad anticipare di un anno i nostri piani di rientro in MotoGP".

"Sono felice di poter continuare a collaborare con Bautista - conferma Fausto GresiniAlvaro vanta un’esperienza importante in MotoGP e di conseguenza il suo apporto si rivelerà fondamentale per sviluppare nel migliore dei modi il nuovo progetto con Aprilia. Credo molto in lui e nelle sue potenzialità e sono convinto che sarà in grado di darci i risultati che ci aspettiamo; in più, questo accordo di due anni ci permette di dare continuità al legame tra Alvaro e Gresini Racing, nato nel 2012 e rafforzatosi nel corso degli anni".

Entusiasta del nuovo progetto anche Alvaro Bautista: "Sono molto contento di aver raggiunto un accordo con Aprilia per le prossime due stagioni del Campionato del Mondo MotoGP: lavorare a stretto contatto con una Casa costruttrice è ciò che desideravo per il mio futuro e Aprilia mi ha offerto una grande opportunità. Sono molto motivato ad affrontare questa nuova avventura anche perché ritroverò un marchio che mi ha regalato tante soddisfazioni e con cui ho condiviso momenti bellissimi. Oltretutto la collaborazione tra Aprilia Racing e Gresini Racing mi consentirà di rimanere in una squadra con la quale corro già da tre anni e che per me rappresenta ormai una famiglia. In passato ho già lavorato direttamente per una Casa e mi è piaciuto molto sviluppare insieme un nuovo progetto. Sapere di poter contare sul supporto di tanti ingegneri e tecnici è molto stimolante, e non vedo l’ora di iniziare a lavorare con loro".

La questione di Guido Meda a SKY è una storia non nuova per il web. Già lo scorso anno, il popolare giornalista milanese era stato contattato da SKY appena dopo l'acquisto dei diritti della MotoGP.  All'epoca, era la fine del 2013, Meda, secondo quanto scrivemmo all'epoca , aveva avuto ben più di un abboccamento dalla tv di Mardock in Italia, ma preferì rimanere in Mediaset, azienda che comunque gli aveva garantito una ottima carriera e una prospettiva interessante: quella di rimanere al microfono come voce leader della SBK, oltre a un ruolo più dirigenziale nella redazione sportiva. Ma qualcosa sta cambiando. Già a Valencia uomini di SKY non nascondevano il fatto che Meda era nella fase conclusiva della trattativa con la redazione sportiva di SKY Sport, poi è comparso un pezzo più che sibillino addirittura di Nico Cereghini su Moto.it che potete leggere QUI. Cosa è successo dunque in questo anno. Facciamo una botta di conti, che con i soldi non si sbaglia mai. Se Mediaset è una TV commerciale, che basa i suoi introiti sulla pubblicità, SKY è ancora più focalizzata su questo punto. La TV satellitare non solo ha la pubblicità, ma richiede anche un abbonamento (oneroso o meno in base alle scelte dei pacchetti: cinema, sport, calcio, ecc) e visti i risultati a dir poco ridicoli mietuti dalla prima annata di motomondiale su SKY e Cielo, è chiaro che serviva un cambio nella cabina di commento. A farne le spese sarà, secondo quanto scrive Cereghini, Zoran Flicic, voce nuova per le moto, ma commentatore esperto di sport. Zoran non è entrato nel cuore degli appassionati quanto lo è Meda, ma questo era anche impossibile. Meda viene da anni di microfono con le moto, mentre per Flicic c'era da muoversi in un ambiente nuovo e ostile e da mettere d'accordo un team decisamente eterogeneo e dalle diverse competenze. Insieme a Zoran dietro i microfoni del mondiale di SKY hanno fatto pratica anche Irene Saderini e Rosario Triolo come rookies. Tra i tre, il giovane Triolo, forse era quello da sacrificare. Ma questa è una opinione personale. Insomma con una media al limite del milione di spettatori a gara per l'anno appena trascorso, c'era sicuramente poco da gioire, ma c'è chi sta peggio (in Spagna Movistar TV non ha nemmeno dichiarato gli ascolti, mentre l'inglese BT Sport ha fatto anche peggio). L'arrivo di Meda potrebbe essere la salvezza di SKY? A guardare i numeri generati dalla TV e il calo di vendite dei giornali specializzati insieme alla moria di ricerche sul web di argomenti legati alla MotoGP (le parole chiave più cercate sono "motogp in tv", "orari tv motogp" e "come vedere la motogp gratis"), no. Ma lo speriamo, davvero. Guido, se veramente firmerà l'ultimo contratto che dovrebbe avere sotto mano, potrebbe diventare vice direttore di SKY Sport con responsabilità anche sulla F1. Si tratta di una sfida professionale molto impegnativa, che Meda può sopportare benissimo. Ma cosa lascia Meda? Lascia Mediaset e fa bene. Secondo indiscrezioni di stampa, il gruppo dei Berlusconi potrebbe presto (nel 2015) passare di mano. Da ormai un paio di anni poi, anche in Mediaset si licenzia e tanto anche, quindi l'aria non è più quella di 5 anni fa. A conti fatti Guido fa la scelta giusta, ma se l'intenzione di SKY è anche e solo quella di fare abbonati, vista la situazione economica generale, beh questo è di certo un "all in" pericoloso.

Moto - Infomotogp

Tre giorni di gran lavoro per piloti e team hanno segnato la seconda uscita in pista del progetto MotoGP di Aprilia. Dopo i test di Valencia di due settimane fa, Alvaro Bautista e Marco Melandri sono tornati in sella alle Aprilia MotoGP nel quadro della preparazione alla stagione 2015. Anche questa volta il meteo ha purtroppo condizionato lo svolgimento del programma di prove, specialmente nell'ultima giornata di giovedì, con continui scrosci e pista costantemente bagnata. Nonostante tutto il risultato di questa tre giorni parla di una Aprilia "nata bene", una qualità fondamentale per proseguire con costanza il programma di sviluppo. A Jerez i piloti Aprilia hanno potuto prendere confidenza per la prima volta col nuovo propulsore V4 caratterizzato dalla distribuzione a valvole pneumatiche. Il motore, che garantirà livelli più elevati di potenza rispetto alla prima versione con valvole tradizionali, ha esordito nella giornata di mercoledì, visto che il martedì ci si era concentrati sul lavoro di messa a punto di elettronica e set-up con la vecchia versione di distribuzione. 131 i giri messi a referto nella 'tre giorni' da Alvaro Bautista, con un miglior crono di 1'40.6. "Possiamo essere soddisfatti di com'è andata - ha detto Alvaro Bautista - anche se il maltempo ha rallentato il nostro lavoro. Durante la prima giornata ho continuato ad utilizzare la moto nella stessa configurazione dei recenti test di Valencia. Ci siamo concentrati sulla ciclistica, trovando alcune soluzioni che mi sono piaciute e ci hanno consentito di conoscere più a fondo la moto. Nella seconda giornata ho potuto utilizzare il nuovo motore a valvole pneumatiche: la potenza è tanta ma c'è molto lavoro da fare sul fronte dell'erogazione. Oggi abbiamo percorso pochi giri sul bagnato, che ci sono comunque serviti per valutare le caratteristiche del nuovo motore in queste condizioni. Adesso inizia la pausa invernale, staccherò un po' per riprendermi da questa lunga stagione, dopodiché tornerò ad allenarmi per farmi trovare pronto ai test di febbraio. Nel frattempo farò sicuramente visita all'Aprilia per vedere da vicino il grande lavoro che i tecnici stanno facendo sulla moto". Bene anche Melandri che ha inanellato 123 giri, il migliore dei quali in 1'41.5.  "Sono stati tre giorni interessanti - ha detto Marco Melandri - ma molto impegnativi allo stesso tempo. Giro dopo giro capisco sempre più quali siano le aree dove devo migliorare e le necessità per sentirmi a mio agio. Mi sento ancora piuttosto impacciato, abbiamo bisogno di chilometri per trovare il giusto feeling. Il motore nuovo ha avuto qualche problema di gioventù, una cosa normale in questa fase, ma abbiamo già visto quali siano i lati positivi e dove invece dovremo concentrarci di più. Abbiamo davanti un lungo periodo nel quale lavorare allo sviluppo per arrivare pronti ai test di Sepang. Tutti i ragazzi stanno lavorando sodo e c'è un grande entusiasmo di squadra. E' un clima che mi fa ben sperare". Il percorso di crescita è lungo ma le indicazioni che sono emerse anche dalle prove sulla pista andalusa lasciano soddisfazione e sensazioni positive in tutto il team Aprilia in vista della pausa invernale. I test riprenderanno dal 4 di febbraio con la sessione ufficiale in Malesia, sulla pista di Sepang.

Moto - Infomotogp

Questo blog non è ufficiale e non è associato in alcun modo con il sito ufficiale www.motogp.com e con Dorna SA. MotoGP, Moto2 e Moto3 sono marchi registrati da Dorna SA. This blog is unofficial and is not associated in any way with the official web site www.motogp.com and Dorna SA. MotoGP, Moto2 and Moto3 are registered trade marks of Dorna SA .


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2019 Nanalab S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 09996640018