MOTORI
IM2: Syarhin ricorda gli incidenti Malaysian
Scritto il 2014-09-03 da Flavio Felsina su Infomoto2

Fonte: Archivio Foto Infomotogp.com

Sulla Kalex di Hafizh Syahrin sono comparsi due adesivi sul cupolino in ricordo delle vittime dei due disastri aerei della Malaysian Airlines.

I due voli civili che sono costati la vita a centinaia di persone, il primo disperso tra Malesia e Australia e il secondo abbattuto in Ucraina - in circostanze ancora tutte da chiarire - , hanno fortemente scosso l'opinione pubblica mondiale e malese in particolare e per questo la squadra sponsorizzata dal colosso energetico locale Petronas vuole tenere alta l'attenzione su quanto accaduto.

Il pilota piú veloce in assoluto dell'intera tre-giorni, grazie anche alle condizioni favorevoli incontrate martedì scorso, è stato il francese Johann Zarco (Kalex), che lascia Valencia con il miglior crono in 1.34.754. Il francese, in quest'ultima giornata, invece si è piazzato ottavo a 1,9s dal malese Hazfiz Syahrin (Kalex), il migliore sotto la pioggia in 1.46.971. Il tedesco del team Octo Ioda Racing Florian Alt (+0.513s) e il finlandese Mika Kallio (+0.916s), da quest'anno in forza al team Italtrans Racing, si sono piazzati rispettivamente in seconda e terza posizione nell'ultima sessione odierna. Pochi giri per i piloti italiani della Moto2 in questa tre giorni. Rilevante segnalare il ritorno in sella dopo circa sei mesi di stop dall'incidente nel GP di Inghilterra a Silverstone per Simone Corsi. Il pilota romano è che si è classificato 17° al termine della prima giornata di test, è stato prudente nelle altre due, preferendo non rischiare con la pioggia.

Moto - Infomotogp

Con l'arrivo del freddo e con la mancanza di gare da fare è tempo di vendere. Oltre alla PBM che sta letteralmente svuotando il suo reparto corse MotoGP - in vendita ci sono due PBM, due ART, più materiale del box (pannellature, attrezzi, ecc) e addirittura il bilico usato per le trasferte europee - c'è del movinento anche nella Moto2. In vendita una Kalex e tre Suter. Si tratta delle moto di Esteve Rabat, Johann Zarco, Josh Herrin, e di Gino Rea. Tutto si trova in perfette condizioni, o almeno sono come i piloti le hanno lasciate dopo la gara di Valencia. Se vi prude la fantasia di avere una Moto2 per andare a girare, queste moto nello specifico non vengono via a buon mercato. Sono necessari infatti 75.000 € per la moto campione del mondo di Rabat  (compreso nel prezzo telaio 2014 compreso di forcellone, cablaggi, sospensioni Ohlins, motore Moto2, freni Brembo, più altre splendide cosucce) mentre con dieci mila euro in meno potete ambire alla Suter Caterham di Johann Zarco (compreso nel prezzo anche il forcellone prototipo, il telaio 2015, sospensioni WP, un motore con specifiche Moto2, freni Brembo, scarichi e l'elettronica 2D). Minore è la richiesta per le Suter di Rea (60.000€) e di Josh Herrin (58.000€), comunque si tratta di moto dotate di una discreta quantità di ricambi. Se siete interessati, ecco chi contattare: David Rea +447710728900 (rearacing@sky.com) o Martin de Rooy +447768885888.

Moto - Infomotogp

Bellissima gara quella della Moto2 a Silverstone. Hanno battagliato come se fossero all'ultima tornata per tutti i giri i protagonisti della serie.  La vittoria alla fine è andata a Tito Rabat (Kalex), che è salito per la sesta volta nel 2014 sul gradino più alto del podio. Il pilota spagnolo ha avuto ragione del compagno di squadra Mika Kallio (Kalex) che ha condotto a lungo la corsa fino all'arrivo di Rabat. Sul terzo gradino del podio sale Maverick Vinales (Kalex) anche lui in lotta fino alla fine per la vittoria. Fuori dal podio il poleman del GP di Inghilterra, Johann Zarco (Suter), mentre è uscito di scena per essere stato centrato dal pilota tedesco Jonas Folger (Kalex), Simone Corsi (Kalex). Il romano è stato assistito dal personale medico della pista per una sospetta lesione al polso sinistro. Con Corsi fuori dai giochi il migliore in pista è stato il pilota di Tavullia Franco Morbidelli (Kalex) che ha tagliato il traguardo in sesta posizione alle spalle di Thomas Luthi (Suter), ma davanti a Sam Lowes (SpeedUp). Nono Mattia Pasini (Kalex), mentre Riccardo Russo (Suter) ha chiuso la sua seconda gara in Moto2 in ventitreesima posizione. Dopo la gara di Silverstone, il mondiale della classe di mezzo è saldamente nelle mani di Rabat, che conduce con 233 punti su Mika Kallio (a quota 216) e Maverick Vinales che ha 166 punti. 

Moto - Infomotogp

INFOMOTOGP
MOTORI

Questo blog non è ufficiale e non è associato in alcun modo con il sito ufficiale www.motogp.com e con Dorna SA. MotoGP, Moto2 e Moto3 sono marchi registrati da Dorna SA. This blog is unofficial and is not associated in any way with the official web site www.motogp.com and Dorna SA. MotoGP, Moto2 and Moto3 are registered trade marks of Dorna SA .


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2019 Nanalab S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 09996640018