MOTORI
IMGP: Test Sepang, Marquez non schioda dalla vetta, Rossi sempre 4°, le Ducati indietro
Scritto il 2014-02-05 da Flavio Felsina su Infomotogp

Fonte: Repsol Media Service

Secondo giorno di test in Malesia, stesso leader: Marc Marquez. Il campione del mondo ha girato su tempi da record sin dal mattino, senza risparmiarsi in prove necessarie per il campionato che sta per iniziare.

Nel box del catalano molti nuovi particolari, tra i quali un nuovo telaio e altre componenti. "Abbiamo continuato oggi secondo il nostro piano di lavoro - ha detto Marquez al termine del secondo giorno di prove in Malesia - con lo scopo principale di provare nuove componenti per la moto. Siamo stati in grado di fare molte prove compreso un confronto tra telai, trovando qualcosa di vantaggioso e altre cose poco utili. Dal punto di vista del set up abbiamo migliorato la stabilità in frenata, cosa che mi metteva un pochino in difficoltà. Spero di continuare in questo modo anche domani, perché fino a questo momento, cosa molto importante siamo stati costantemente veloci".

Alle spalle di Marquez altre due Honda, quelle di Dani Pedrosa e Stefan Bradl. I due hanno fatto segnare praticamente lo stesso tempo, Pedrosa è stato più veloce del pilota tedesco del team LCR di soli 3 millesimi.

Valentino Rossi è ancora una volta quarto. Il pilota della Yamaha ha girato molto, circa 60 giri, riuscendo a chiudere la giornata a poco più di mezzo secondo da Marquez, ma a poco più un decimo da Pedrosa. "Oggi è stata un'altra giornata positiva - ha detto Valentino Rossi - abbiamo lavorato molto e sono riuscito a fare 60 giri. Abbiamo provato molte cose compreso nuove gomme comparandole con quelle vecchie. Abbiamo lavorato sul setting della moto e provato alcune cose nuove, di queste, qualcuna è andata meglio di altre. In ogni modo sono felice perché ho migliorato i miei tempi rispetto a ieri, sono quarto ma non troppo lontano da quelli che sono davanti. E' stata una giornata soddisfacente rispetto a ieri, stiamo migliorando nel nostro lavoro, anche perché stiamo raccogliendo dati utilissimi con i quali domani potremo migliorare ancora".

La situazione non è ancora rosea per Lorenzo, che fatica a entrare nei primi 5 e inizia a pensare che forse avere una Open per le mani (più benzina e più motori) sarebbe meglio. Nel secondo giorno di prove l'ex iridato ha chiuso alle spalle di Aleix Espargarò che dispone proprio di una moto con motore Yamaha Open.

Le Ducati rimangono ancora indietro con distacchi simili a quelli dello scorso anno, nonostante la Desmosedici sia molto cambiata durante l'inverno. Il migliore è tra i piloti con la moto di Borgo Panigale è stato Andrea Iannone, ottavo, mentre Dovizioso e Crutchlow sono undicesimo e dodicesimo.

"Siamo riusciti a migliorare - ha detto Dovizioso - in inserimento e anche ad avere un po’ più di velocità in centro curva. Acceleriamo un po’ più forte perché la moto si impenna di meno e quindi possiamo usare più potenza. Ci siamo avvicinati ai primi come tempi, come passo anche, ma c’è ancora tanto lavoro da fare. Però giudico i miglioramenti che abbiamo fatto in questi primi due giorni più che positivi.”

Nonostante il 14° tempo di oggi, è apparso soddisfatto anche Nicky Hayden. L'ex iridato proprio con la Honda, ancora non è velocissimo con la RCV1000R Open, è alle spalle delle Ducati, ma a sentire lui le cose non sono andate così male.

"Sono contento - ha detto Hayden -perché abbiamo migliorato ieri il tempo sul giro in modo significativo dalla anche se il ritmo in generale è stato più veloce. Ancora una volta ci siamo concentrati nostro lavoro sull'elettronica e il freno motore, che ci ha dato un po' più di problemi in entrata di curva. Si potrebbe dire che mi sto ancora adattando perché ho ​​trascorso molto tempo su un tipo completamente diverso di moto e ora devo riadattare il mio stile di guida. Abbiamo ancora un sacco di cose da testare da un punto di vista ciclistico, così come l'elettronica e anche io ho bisogno di adattarmi pienamente a questa Honda".

INFOMOTOGP
MOTORI

Questo blog non è ufficiale e non è associato in alcun modo con il sito ufficiale www.motogp.com e con Dorna SA. MotoGP, Moto2 e Moto3 sono marchi registrati da Dorna SA. This blog is unofficial and is not associated in any way with the official web site www.motogp.com and Dorna SA. MotoGP, Moto2 and Moto3 are registered trade marks of Dorna SA .


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2020 Nanalab S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 09996640018