MOTORI
IMGP: Alonso "Dovevamo prendere una decisione"
Scritto il 2013-10-19 da Flavio Felsina su Infomotogp

Fonte: Foto Soymotero.net

"La Bridgestone ci ha chiamato e confermato che con le loro gomme medie e morbide non si sarebbe potuto fare più di 14 giri, da qui la nostra decisione di applicare la regola del Flag to Flag alla gara di Phillip Island. Di questa situazione non siamo contenti, ci avevano assicurato, sia Dunlop che Bridgestone, che non sarebbero serviti test dopo che la pista era stata riasfaltata. Le cose stanno evidentemente in maniera diversa e abbiamo dovuto prendere una decisione".

A parlare è Javier Alonso, direttore generale degli eventi di Dorna, il quale non è sembrato molto a suo agio nello spiegare la situazione che deriva dall'eccessivo blistering degli pneumatici Moto2 e soprattutto MotoGP.

"Questo nuovo asfalto - ha detto Loris Capirossi, responsabile sicurezza dei piloti per la Dorna -  ha talmente tanto grip che le gomme scaldano le tele al punto da creare delle bolle calde che possono staccare la vulcanizzazione della gomma (blistering), insomma si tratta di una situazione che può mettere in pericolo i piloti. Noi guardiamo al bene di tutti e io sono andato a parlare con tutti i piloti che naturalmente hanno visioni differenti". 

Tra le tante cose ci sono problemi con i  motori - c'è qualcuno che si potrebbe trovare a finire la stagione dai box per mancanza di propulsori - e chi non  ha le due moto perfettamente identiche e magari potrebbe preferire un cambio gomme piuttosto che prendere una moto per l'altra alla fine dei giri previsti per il primo pit stop.

"Su questo non abbiamo ancora preso una decisione - ha detto Alonso - valuteremo con i team e i piloti l'opportunità di permettere il cambio gomme, stesso vale per i piloti". 

Alcuni piloti pensano che nel momento del rientro ci sarà molto traffico e che le condizioni di sicurezza potrebbero venire meno. 

"Per evitare questo - ha detto Capirossi - abbiamo aumentato le zone con il limite di velocità a 60km/h in ingresso e in uscita dalla pit lane, come accade in F1, con una linea dedicata per il rientro, chi non rispetta questo verrà penalizzato". 

Si tratta di una situazione delicata, in ballo c'è il titolo iridato tra Lorenzo e Marquez.

"Ne siamo coscienti - ha detto Alonso - ma non potevamo far correre la MotoGP per soli 14 giri, nel rispetto dell'organizzatore e del pubblico. Comunque non siamo felici di questa situazione e stiamo valutando di fare leva sui produttori attraverso i contratti in essere, per di avere in futuro prodotti all'altezza del campionato".

INFOMOTOGP
MOTORI

Questo blog non è ufficiale e non è associato in alcun modo con il sito ufficiale www.motogp.com e con Dorna SA. MotoGP, Moto2 e Moto3 sono marchi registrati da Dorna SA. This blog is unofficial and is not associated in any way with the official web site www.motogp.com and Dorna SA. MotoGP, Moto2 and Moto3 are registered trade marks of Dorna SA .


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2020 Nanalab S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 09996640018