MOTORI
IMGP: Albesiano al posto di Dall'Igna in Aprilia
Scritto il 2013-10-10 da Flavio Felsina su Infomotogp

Fonte: www.motoguzzi.it

Sarà Romano Albesiano a prendere il posto di Gigi Dall'Igna, lo anticipa il sito amico Misterhelmet.com QUI.

Albesiano, nato professionalmente in Cagiva come project leader della 500GP dal 1989 al 1994 attalmente Capo dello Sviluppo Prodotto Moto di Noale dal 2005, ossia quello che decide in merito a Moto Guzzi, Aprilia e Derbi.
Precedenti esperienze di Albesiano riguardano MV Agusta (2002-2005) come Capo dello Sviluppo Prodotto e Racing del marchio Husqvarna e prima ancora impiegato come capoprogetto dello sviluppo Aerodinamico presso Fondmetal dove avrebbe lavorato per la AMG Mercedes nel DTM.
Insomma, il Gruppo Piaggio aveva in panchina qualcuno e non è andato troppo lontano per cercare un sostituto di Dall'Igna, che nel frattempo ha già avvertito i ragazzi del reparto corse di Noale di andare via a fine anno.
In Ducati, però non hanno fretta di annunciare il nuovo direttore tecnico del progetto MotoGP. A domanda diretta, in Malesia, Julian Thomas, che si occupa della comunicazione di Ducati Corse, ha risposto riguardo all'ufficializzazione: "Non ancora, no comment". 
Se da Borgo Panigale si prende tempo, il mondiale della MotoGP continua inesorabile il suo cammino, in un momento cruciale, quello delle scelte per il prossimo anno per squadre e piloti. Proprio il questo versante si fanno sempre più insistenti le voci di un possibile ritorno in Ducati del Team Aspar, il quale però con una scelta del genere perderebbe Hayden per niente interessato a salire su una D16 da lui stesso definita su Motosprint in edicola, di terzo livello. 
Vero è che la Ducati ne avrebbe di materiale da piazzare. Sono molte le moto fatte e non approvate da più parti, dal team sviluppo a quello titolare, in questa stagione, quindi spazio alle vendite ce ne sarebbe.
Aspar però potrebbe aspettare una stagione, prendere le Honda production, aspettare che l'amico Dall'Igna riesca a fare ordine, per poi arrivare a Ducati. Vedremo cosa succederà.
La prossima sarà l'ultima settimana di lavoro in pista per alcuni piloti e squadre della MotoGP. Prima del "ban period", ovvero del periodo di fermo assoluto per le moto e i piloti del mondiale che va da dicembre alla fine di gennaio, tra Jerez de la Frontera in Spagna e Sepang in Malesia.Dall'altra parte del mondo ci sarà solo Jack Miller, con la Honda Open del Team LCR. L'australiano si avvantaggerà rispetto ai test che ci saranno a inizio febbraio in Malesia. Miller che viene dalla Moto3 ha bisogno di girare per prendere tutti gli automatismi che la classe regina obbliga ad avere. I test di Miller saranno dal 26 al 28 novembre.In Spagna ci sarà un bel po' di rumore con i piloti ufficiali di Aprilia (Melandri e Bautista) e di Suzuki (Vinales e Aleix Espargarò) che avranno il compito di sgrossare il lavoro sulle loro moto in vista dei test di febbraio, dove si inizierà a fare sul serio. A Jerez ci saranno anche Stefan Bradl e Loris Baz con le Forward Yamaha (i due dovranno fare chilometri per sviluppare le sostensioni Kayaba), oltre ai piloti Ducati ufficiali Andrea Dovizioso, Andrea Iannone che divideranno a loro volta la pista con i colleghi Mike di Meglio e Hector Barbera con le Ducati Avintia.Dopo questa ultima settimana di test, i motori rimarranno muti fino ai primi test Irta della prossima stagione che si svolgeranno nella prima settimana di febbraio 2015.

Moto - Infomotogp

Con tre giorni di test sulla pista di Valencia è iniziata l’avventura di Aprilia in MotoGP. Aprilia si è presentata alle prove sul circuito Ricardo Tormo, che di fatto hanno rappresentato un assaggio della stagione 2015, con Gresini Racing che gestirà in pista le moto italiane nella classe MotoGP. Melandri e Bautista sono saliti in sella per la prima volta all’Aprilia MotoGP avendo a disposizione anche due esemplari del nuovissimo motore con distribuzione a valvole pneumatiche. Un propulsore tutto da svezzare, soprattutto in termini di gestione elettronica, e una moto completamente nuova per i due piloti. Per Melandri, dopo 4 anni in Superbike, si è aggiunta la confidenza da ritrovare con le coperture Bridgestone e i freni in carbonio. Così l’obiettivo della prima uscita è stato quello di accumulare esperienza, girare moltissimo e raccogliere la maggior quantità possibile di dati. Ma non sono mancate le indicazioni positive, soprattutto in termini di potenzialità – e quindi di possibilità di sviluppo – sia della moto che del propulsore. Il piano di lavoro, che prevedeva che lunedì girasse solo il collaudatore Alex Hofmann, è stato cambiato in corsa a causa delle previsioni meteo avverse. Così sia Melandri sia Bautista sono subito scesi in pista, anche se per pochi giri, nel pomeriggio di lunedì. Una scelta azzeccata visto che il secondo giorno è stato caratterizzato da un tracciato costantemente bagnato a causa della pioggia insistente. Condizioni che non hanno comunque impedito ai due piloti Aprilia di compiere 73 giri complessivi (24 Melandri e ben 49 Bautista). Decisamente migliore la situazione di mercoledì. I piloti sono scesi in pista dalla tarda mattinata e hanno continuato le loro prove fino alle 17:00. 68 giri per Bautista e 56 per Melandri testimoniano del molto lavoro svolto. “Abbiamo tenuto a battesimo una moto del tutto nuova - ha cetto Marco Melandri - è una grande esperienza! Per me si trattava di riprendere confidenza con gomme profondamente diverse da quelle delle mie stagioni in Superbike: per questo l'importante era girare molto e accumulare dati e sensazioni. In questo senso sono soddisfatto, perché cominciamo a capire su quali aree intervenire e come. La moto è diversa dalla Aprilia guidata in SBK ma è "nata bene" e risponde bene alle modifiche. Il lavoro è moltissimo, saranno importanti i prossimi test di Jerez. Allora cominceremo a capire più chiaramente il nostro potenziale”. “È stato un test sorprendente e molto positivo! Ieri - ha detto Alvaro Bautista - sul bagnato, ho potuto iniziare a prendere confidenza con la moto e a comprendere come va guidata. Ogni volta che salivo in sella, mi sentivo sempre più a mio agio. Oggi abbiamo potuto completare diversi giri sull’asciutto, ma sostanzialmente l’obiettivo era lo stesso: percorrere chilometri e continuare a prendere sempre più confidenza. Il bilancio è positivo, anche se ovviamente siamo consapevoli che il lavoro da fare è ancora tantissimo: va migliorato il motore, ma già a Jerez a fine mese andremo a provare la nuova unità a valvole pneumatiche. Per quanto riguarda la ciclistica, in questi test non siamo intervenuti sul set-up delle sospensioni e sulle geometrie: inizieremo a farlo a Jerez nei prossimi test. Con la squadra e con i tecnici mi sono trovato subito molto bene, c’è una buona intesa e capiscono le mie indicazioni; penso che potremo fare un bel lavoro insieme”. Posiiva la valutazione anche di Romano Albesiano, Responsabile di Aprilia Racing, che era presente a Valencia per questo importante debutto. “Siamo soddisfatti di questi primi test - commenta Albesiano - si trattava per noi di un vero e proprio debutto, con tutte le incognite del caso, ma al termine di questi tre giorni possiamo guardare con fiducia ai futuri step di sviluppo. La nuova moto si è rivelata subito molto equilibrata e il motore a valvole pneumatiche testato venerdì ha impressionato Hofmann per la prestazione di punta e le caratteristiche di guidabilità. Alvaro ha confermato quanto ci aspettavamo, mettendo in mostra un immediato feeling con la moto e una grande propensione al lavoro di affinamento. I tempi fatti segnare da Alvaro sono positivi, nonostante abbia utilizzato oggi esclusivamente il motore 2014. Marco ha accumulato esperienza su una moto anche per lui nuova e ha iniziato l’apprendistato con le gomme Bridgestone, estremamente performanti ma altrettanto diverse da quelle alle quali era abituato. Ora non ci resta che tornare al lavoro a Noale con i dati acquisiti per preparare gli sviluppi da portare ai prossimi test di Jerez”.

Moto - Infomotogp

INFOMOTOGP
MOTORI

Questo blog non è ufficiale e non è associato in alcun modo con il sito ufficiale www.motogp.com e con Dorna SA. MotoGP, Moto2 e Moto3 sono marchi registrati da Dorna SA. This blog is unofficial and is not associated in any way with the official web site www.motogp.com and Dorna SA. MotoGP, Moto2 and Moto3 are registered trade marks of Dorna SA .


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2014 WeBoost MEDIA S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 105 49 521 002