MOTORI
IMGP: Solo un paio di giri per Stoner a Motegi
Scritto il 2013-08-06 da Flavio Felsina su Infomotogp

Fonte: Repsol Media Service

Non è durato molto il primo giorno di test a Motegi per Casey Stoner. L'ex pilota del mondiale non è stato infatti fortunato con il meteo che ha pesantemente condizionato il suo ritorno in sella.

Stoner, quindi, non è riuscito del tutto a ri familiarizzare con la RC213V, ma questo non gli ha tolto il divertimento di ri prendere il manubrio.

"E 'stato bello tornare in sella - ha detto Stoner - anche se solo per un paio di giri! Siamo riusciti a fare solo un giro prima della pioggia. E 'stato davvero bello fare questo giro, sono passati nove mesi da quando sono stato su una moto e mi serve ancora del tempo per ri abituarmi! Avevo un buon feeling con la moto e la pista e spero che vada meglio nel test  di domani".

La questione di Guido Meda a SKY è una storia non nuova per il web. Già lo scorso anno, il popolare giornalista milanese era stato contattato da SKY appena dopo l'acquisto dei diritti della MotoGP.  All'epoca, era la fine del 2013, Meda, secondo quanto scrivemmo all'epoca , aveva avuto ben più di un abboccamento dalla tv di Mardock in Italia, ma preferì rimanere in Mediaset, azienda che comunque gli aveva garantito una ottima carriera e una prospettiva interessante: quella di rimanere al microfono come voce leader della SBK, oltre a un ruolo più dirigenziale nella redazione sportiva. Ma qualcosa sta cambiando. Già a Valencia uomini di SKY non nascondevano il fatto che Meda era nella fase conclusiva della trattativa con la redazione sportiva di SKY Sport, poi è comparso un pezzo più che sibillino addirittura di Nico Cereghini su Moto.it che potete leggere QUI. Cosa è successo dunque in questo anno. Facciamo una botta di conti, che con i soldi non si sbaglia mai. Se Mediaset è una TV commerciale, che basa i suoi introiti sulla pubblicità, SKY è ancora più focalizzata su questo punto. La TV satellitare non solo ha la pubblicità, ma richiede anche un abbonamento (oneroso o meno in base alle scelte dei pacchetti: cinema, sport, calcio, ecc) e visti i risultati a dir poco ridicoli mietuti dalla prima annata di motomondiale su SKY e Cielo, è chiaro che serviva un cambio nella cabina di commento. A farne le spese sarà, secondo quanto scrive Cereghini, Zoran Flicic, voce nuova per le moto, ma commentatore esperto di sport. Zoran non è entrato nel cuore degli appassionati quanto lo è Meda, ma questo era anche impossibile. Meda viene da anni di microfono con le moto, mentre per Flicic c'era da muoversi in un ambiente nuovo e ostile e da mettere d'accordo un team decisamente eterogeneo e dalle diverse competenze. Insieme a Zoran dietro i microfoni del mondiale di SKY hanno fatto pratica anche Irene Saderini e Rosario Triolo come rookies. Tra i tre, il giovane Triolo, forse era quello da sacrificare. Ma questa è una opinione personale. Insomma con una media al limite del milione di spettatori a gara per l'anno appena trascorso, c'era sicuramente poco da gioire, ma c'è chi sta peggio (in Spagna Movistar TV non ha nemmeno dichiarato gli ascolti, mentre l'inglese BT Sport ha fatto anche peggio). L'arrivo di Meda potrebbe essere la salvezza di SKY? A guardare i numeri generati dalla TV e il calo di vendite dei giornali specializzati insieme alla moria di ricerche sul web di argomenti legati alla MotoGP (le parole chiave più cercate sono "motogp in tv", "orari tv motogp" e "come vedere la motogp gratis"), no. Ma lo speriamo, davvero. Guido, se veramente firmerà l'ultimo contratto che dovrebbe avere sotto mano, potrebbe diventare vice direttore di SKY Sport con responsabilità anche sulla F1. Si tratta di una sfida professionale molto impegnativa, che Meda può sopportare benissimo. Ma cosa lascia Meda? Lascia Mediaset e fa bene. Secondo indiscrezioni di stampa, il gruppo dei Berlusconi potrebbe presto (nel 2015) passare di mano. Da ormai un paio di anni poi, anche in Mediaset si licenzia e tanto anche, quindi l'aria non è più quella di 5 anni fa. A conti fatti Guido fa la scelta giusta, ma se l'intenzione di SKY è anche e solo quella di fare abbonati, vista la situazione economica generale, beh questo è di certo un "all in" pericoloso.

Moto - Infomotogp

Le moto sono una passione assoluta, a volte non vi si può rinunciare nemmneno dopo aver appeso il casco al chiodo. Colin Edwards e Casey Stoner ne sono la testimonianza, entrambi hanno dato l'addio alla carriera agonistica ma ancora sono in attività come tester uno con la Yamaha per portare avanti lo sviluppo delle gomme Michelin, l'altro come pilota di riferimento per la HRC sulle innovazioni. Ma cosa fanno i campioni in vacanza? Se Rossi organizza gare di dirt track nel suo ranch e si iscrive al Rally di Monza, se Danilo Petrucci si diletterà guidando una Nascar al Motorshow di Bologna, se Yonny Hernandez sfiderà sui kart Juan Pablo Montoya e se Alex De Angelis si prende una vecchia Seat Ibiza da Rally sul carrello per andare a correre una gara di "storiche", gli iridati Ben Spies e Casey Stoner imbracciano il fucile e vanno a caccia. La passione per la pesca non è sconosciuta per Casey Stoner che passa molte ore quando ne ha la possibilità con la canna da pesca in mano nella sua Australia. Stavolta, la foto che ci offre Facbook mostra Spies e Stoner con in braccio le loro doppiette dopo una battuta di caccia nel Texas con lo specialista e conduttore televisivo americano Buck Cherry che conduce una trasmissione  proprio sulla caccia e che di questa esperienza con i due motociclisti farà uno speciale. Al fianco di Ben Spies c'è anche la neomoglie, Patricia, mentre con Casey c'è Adriana e la piccola Ally, che ormai non si perde nessuno dei passatempo di papà.  

Moto - Infomotogp

Il due volte Campione del Mondo MotoGP, Casey Stoner, ha terminato la sua due giorni di test in Giappone con la Honda, per l'australiano si è trattato della prima volta di nuovo su una MotoGP da ottobre dello scorso anno. Ieri mattina, Stoner ha iniziato le sue prove, presso il circuito di Motegi lungo 4,801 km situato nel distretto settentrionale di Kanto che è stato teatro del recente Campionato del Mondo 2014. Il tempo è stato perfetto e l'intenso programma di test è stato effettuato senza problemi. Stoner ha provato la versione 2015 della Honda RC213V con le gomme Bridgestone attuali dedicandosi a test diversi, fra cui lo sviluppo del motore e differenti configurazioni di ciclistica. Stoner ha anche provato le gomme Michelin 2016. "C'è voluto del tempo per abituarsi di nuovo in sella alla moto dopo un anno! Ma tutto è andato abbastanza bene e sono tornato veloce abbastanza rapidamente riuscendo a portare aventi il test che la HRC aveva programmato. Il primo giorno è andato abbastanza bene, ho provato sia i set up di Marquez che quelli di Pedrosa sui prototipi 2015 e analizzando questi dati abbiamo trovato alcune differenze interessanti e dati utili. Abbiamo anche fatto un po' di sviluppo del motore e alcuni altri nuovi elementi Honda ha portato per questo test. Poi abbiamo lavorato anche con le gomme Michelin per il 2016. Tutto sommato è stato test molto positivo".

Moto - Infomotogp

Questo blog non è ufficiale e non è associato in alcun modo con il sito ufficiale www.motogp.com e con Dorna SA. MotoGP, Moto2 e Moto3 sono marchi registrati da Dorna SA. This blog is unofficial and is not associated in any way with the official web site www.motogp.com and Dorna SA. MotoGP, Moto2 and Moto3 are registered trade marks of Dorna SA .


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2018 Nanalab S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 09996640018