MOTORI
IMGP: Honda, cosa cambia sulla RCV 2014
Scritto il 2013-06-19 da Flavio Felsina su Infomotogp

Fonte: Repsol Media Service

Non ha detto molto nella presentazione - peraltro solitaria - della nuova Honda RCV Takeo Yokoyama, Direttore Tecnico della HRC ad Aragon.

"Questo - ha detto il tecnico giapponese ieri - è il prototipo della moto 2014. Si tratta di una nuova moto completa, sia in termini di motore e telaio. Il nostro piano è quello di testarla subito in modo da essere in grado di fare, alla fine, alcune modifiche prima che il test post-gara di Valencia a novembre. In ogni caso, se Dani e Marc dovessero trovare qualcosa nella moto che riconoscano come un grande miglioramento rispetto alla loro effettiva RC213V, HRC farà del suo meglio per fornire già entro la stagione come abbiamo già fatto l'anno scorso".

Non è in effetti abitudine della Honda spendersi in molte parole sulla tecnica delle proprie moto, stavolta addirittura si è scelta la via della non presentazione, esplorando anche nuovi sentieri della comunicazione, vabè. 

Però diamola una guardata, almeno da fuori alla nuova RCV 2014. La vista di profilo della vecchia e della nuova Honda da MotoGP, che provano ad Aragon solo i piloti ufficiali, evidenzia una novità sostanziale, quella della forma del serbatoio. Si tratta di un elemento cruciale nelle moderne moto da corsa, quello è infatti un elemento che rappresenta un carico di peso da centralizzare il più possibile.

Quello che emerge, rispetto alla moto attualmente a disposizione del team Repsol, è che il serbatoio, quello che si vede dietro al coperchio airbox-servizi, sia ora più raccolto. Ciò significa che è stato spostato in basso nel codino gran parte del volume per il carburante, come si vede anche dalla forma differente di questo elemento rispetto a quello del 2013. Cambia, di poco anche la parte finale del codino, con delle nuove prese d'aria probabilmente per raffreddare lo scarico.

Dal punto di vista aerodinamico c'è una nuova presa d'aria frontale che alimenta l'airbox e ci sono degli sfoghi nuovi sui fianchi, ora più grandi. Questa nuova RCV deve essere, lo ricordiamo, più efficiente, perchè, la casa di Tokyo ha annunciato di non voler utilizzare la centralina Magneti Marelli e ciò significa, meno motori a disposizione e serbatoio più piccolo. Sempre sulla carena è comparsa anche una piccola presa d'aria tipo Naca.

Il telaio non sembra molto diverso da quello 2013, ma è difficile analizzare le cose con solo delle foto davanti. Quello che si vede comunque è che i perni forcellone e il pignone sembrano essere negli stessi punti in tutte e due le moto. Non ci si può sbilanciare sull'inclinazione del cannotto di sterzo invece, quello non si vede, ma se Yokoyama dice che il telaio è diverso, avrà ragione lui.

INFOMOTOGP
MOTORI

Questo blog non è ufficiale e non è associato in alcun modo con il sito ufficiale www.motogp.com e con Dorna SA. MotoGP, Moto2 e Moto3 sono marchi registrati da Dorna SA. This blog is unofficial and is not associated in any way with the official web site www.motogp.com and Dorna SA. MotoGP, Moto2 and Moto3 are registered trade marks of Dorna SA .


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2020 Nanalab S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 09996640018