MOTORI
IMGP: Marquez impara in fretta e impara tutto
Scritto il 2013-05-11 da Flavio Felsina su Infomotogp

Fonte: Marc Marquez - Via Twitter

Comunicazione, stile, allenamento, cattiveria. Marc Marquez brucia le tappe e diventa sempre più leader. Il ventenne di Cervera in tre gare ha preso le misure dei suoi avversari. No, nella sua lista non c'è Bradley Smith, debuttante come lui nella classe regina, forse, l'inglese e lo spagnolo in pista non si sono mai nemmeno incontrati.

Valentino Rossi, Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo per ultimo hanno capito, forse, con chi hanno a che fare. "Bisognerà fregare Marquez subito qualche volta - aveva detto a inizio stagione Valentino Rossi - perchè sarà difficile batterlo una volta che avrà imparato". 

E Marquez, sembra che abbia già imparato. Non solo la cattiveria in pista, ma anche la spavalderia nel parco chiuso e nella sala stampa è già nel suo repertorio. Dal punto di vista della comunicazione, poi, nulla da imparare. Marquez è venuto su con una scuola di prim'ordine. Alle spalle gli ottimi comunicatori della Repsol e una propensione all'essere protagonista che sempre di più ricorda il nostro Rossi.

Da grande fan di Valentino, poi, Marquez sa anche quali sono i metodi giusti per allenarsi. Nella foto in alto è in azione su una pista di dirt track in Spagna insieme al fratello Alex e al vincitore della Moto2 di Jerez, Tito Rabat. La cava da noi, ora diventata ranch, replicata per non far perdere la mano alla giovane stella spagnola, che alla terza gara è già in testa al mondiale. Secondo qualcuno, se Marquez arriverà senza cadute importanti (ricordate Lorenzo nel 20o8 al debutto?) al Mugello, potrebbe vincere il mondiale.

Presto o no, Marc ci sta facendo vedere di che pasta è fatto e di quanto velocemente possa imparare. A Le Mans, Rossi con la Ducati ha ottenuto alcuni dei suoi risultati sulla moto italiana, quindi potrebbe insidiare lo sbarbato con il 93 (che è poi un 46x2+1, chi si vuole divertire con la cabala ci faccia sapere che vuol dire), ma in Francia Lorenzo vorrà la sua rivincita dopo le sportellate ricevute in Spagna. A Le Mans, Jorge è in grado di fare la differenza, mentre Pedrosa ha nella pista francese ancora i brutti ricordi di altre sportellate, quelle di Simoncelli.

Intanto in cima alla classifica mondiale, c'è lui, il debuttante (per il quale è stata cancellata la regola dei Rookie) che fa già il professore.

INFOMOTOGP
MOTORI

Questo blog non è ufficiale e non è associato in alcun modo con il sito ufficiale www.motogp.com e con Dorna SA. MotoGP, Moto2 e Moto3 sono marchi registrati da Dorna SA. This blog is unofficial and is not associated in any way with the official web site www.motogp.com and Dorna SA. MotoGP, Moto2 and Moto3 are registered trade marks of Dorna SA .


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2020 Nanalab S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 09996640018