MOTORI
MotoGP: Inmotec torna con Silva a Valencia
Scritto il 2012-10-09 da Luca Bologna su Infomotogp

Fonte: Archivio Foto Infomotogp.com

La Inmotec, ha annunciato sul suo sito, il ritorno in pista per una gara della MotoGp, il prossimo 11 novembre in occasione dell'ultima tappa del mondiale a Valencia.

La moto sarà schierata, come già accaduto in questa stagione, dal Team BQR, che la affiderà ancora una volta a Ivan Silva. La Inmotec utilizza un telaio misto in carbonio e alluminio che ha sviluppato essenzialmente con la Moto2 lo scorso anno nel CEV.

Il motore è quello conosciuto dal Team BQR, ovvero il Kawasaki 4 cilindri in linea. In passato la Inmotec aveva anche provato a far correre una moto completamente realizzata in casa, anche con un 4 cilindri a V sviluppato in Spagna. Era l'epoca delle 800 e la moto non si dmostrò mai competitiva abbastanza per confrontarsi con i mostruosi prototipi della MotoGP.

Torniamo un attimo sui test di Sepang, così come chi ci ripensa. Dalle foto che sono giunte dalla lontana Malesia proprio nelle nuove moto di cui dispone il Team di Mike di Meglio e Hector Barberà, c'era qualche somiglianza. La parte anteriore ad esempio, dove l'abbiamo già vista? Ah si, si tratta della stessa carena della Hayate, usata da Marco Melandri nel 2009. Nella gallery vedete nei cerchi le carene della Avintia e della Hayate. Oltre alla presa d'aria anteriore, sono identici anche gli sfoghi laterali segnati dalle frecce. Altra somiglianza, non troppo velata questa, sembra essere quella del telaio. La Avintia pare adottare la struttura della ZX10. Sempre nella gallery vedete evidenziate dalle frecce rosse i punti di attacco del serbatoio, quello del pivot e del codino sembrano sovrapponibili. Sotto al vestito della Avintia, come della "vecchia" FTR dello scorso anno c'è sempre il 4 cilindri in linea Kawasaki, reso più brillante dalla distribuzione a valvole pneumatiche, ma dietro allo sviluppo, oltre alla Akira (azienda francese che modifica anche i motori per Sykes in SBK), ci sono anche alcuni ingegneri giapponesi di larga esperienza. Di certo la Avintia crescerà parecchio nell'anno.        

Moto - Infomotogp

All'edizione 2013 del Salone di Milano, tenutasi lo scorso mese di Novembre, Kawasaki ha presentato l'inedito modello J300. Si tratta del primo scooter della Casa motociclistica giapponese di Akashi, destinato esclusivamente al mercato europeo. Kawasaki ha scelto la lettera J come iniziale di Jyounetsu, termine che indica la passione in giapponese. Il Kawasaki J300 deriva dallo scooter Kymco Downtown, con cui condivide meccanica, ciclistica e il motore 300i da 28 CV di potenza. Il costruttore nipponico, invece, ha lavorato soprattutto sul design. Altre caratteristiche del J300 sono la ruota anteriore da 14 pollici, la ruota posteriore da 13 pollici e i freni a disco a margherita sia davanti che dietro. Il Kawasaki J300 è già in vendita al prezzo di 4.980 euro chiavi in mano ed è disponibile nelle colorazioni Silver Metallizzato e Nero Metallizzato. Tuttavia, la gamma comprende anche la versione Special Edition con la tipica colorazione sportiva Nero Silver Verde in vendita al prezzo di 5.130 euro, nonché la versione dotata di ABS. Fino al 31 dicembre, il Kawasaki J300 è in promozione, con la dotazione di serie allargata al bauletto da 39 litri di capienza e dotato di cover in tinta con la carrozzeria. Inoltre, la campagna promozionale comprende anche il programma Kawasaki K-Care Warranty Plus che prevede l'estensione di altri due anni della garanzia ufficiale.

Moto - Comunicablog

INFOMOTOGP
MOTORI

Questo blog non è ufficiale e non è associato in alcun modo con il sito ufficiale www.motogp.com e con Dorna SA. MotoGP, Moto2 e Moto3 sono marchi registrati da Dorna SA. This blog is unofficial and is not associated in any way with the official web site www.motogp.com and Dorna SA. MotoGP, Moto2 and Moto3 are registered trade marks of Dorna SA .


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2014 WeBoost MEDIA S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 105 49 521 002