MOTORI
MotoGP Giappone: Rossi "Motegi mi piace"
Scritto il 2012-10-09 da Luca Bologna su Infomotogp

Fonte: Ufficio Stampa Ducati

Lo scorso anno non andò benissimo per Valentino Rossi a Motegi. Il nove volte campione del mondo, infatti, cadde al primo giro in gara, portando a casa uno zero nella prima disastrosa stagione con la Ducati.

Quest'anno, anche alla luce delle performance di Misano, si cercherà di fare meglio, come traspare dall'ottimismo di Rossi nel comunicato stampa della Ducati.

“Motegi mi piace molto - ha detto Rossi nella nota della Ducati - è una bella pista, c’è un buon “grip” e ne ho un ricordo positivo dall’anno scorso. Nel 2011 abbiamo migliorato il set-up della moto durante tutto il fine settimana e penso che avrei potuto fare una buona gara se non fossi caduto durante il primo giro. Al momento per poter pensare al podio ci manca ancora qualche decimo di passo ma nelle ultime due gare siamo comunque riusciti a girare su un ritmo costante fino alla fine e questo è positivo. A Motegi cercheremo di continuare a lavorare in questa direzione e di sfruttare il potenziale della Ducati che di solito su questa pista è molto veloce”.

Yonny Hernandez che lega il pilota colombiano ha firmato un contratto direttamente con Ducati Corse per il 2015, con un opzione per il 2016. Hernandez, nato a Medellín in Colombia il 25 luglio 1988, ha esordito in MotoGP nel 2012 ed ha iniziato la sua avventura con Ducati lo scorso anno nel GP di Aragón, sostituendo l’infortunato Ben Spies sulla Desmosedici del Pramac Racing Team. Confermato dal team anche per il 2014, il colombiano ha disputato la stagione utilizzando una GP13 Factory, ottenendo spesso buone prestazioni in qualifica e in gara: il suo miglior risultato in carriera è arrivato proprio domenica scorsa a Sepang, quando ha terminato la gara al settimo posto. Hernandez in questo momento occupa il quindicesimo posto in classifica generale, con 53 punti. Il prossimo anno Hernandez continuerà a correre per il Pramac Racing Team insieme a Danilo Petrucci che arriverà nella squadra toscana dal Team Iodaracing. Il colombiano già dal test post-gara di Valencia salirà sulla Desmosedici GP14.2 con cui disputerà la stagione 2015.

Moto - Infomotogp

Thomas Luthi (Suter) ha dominato la gara della Moto2 nel Gp del Giappone che si è corsa sulla pista di Motegi. Scattato subito in testa dalla prima fila, Luthi ha controllato dalla prima posizione il suo ritmo in modo che il gruppo degli inseguitori non si avvicinasse troppo. Sul podio con Luthi chiudono la loro corsa i due spagnoli Maverick Vinales e Esteve Rabat (entrambi su Kalex). Quarto posto per il francese Johann Zarco (Suter) che nelle battute iniziali della corsa aveva provato a tenere la ruota di Luthi, perdendo poi il ritmo verso io quindicesimo giro. Alle spalle di Zarco, ha chiuso il compagno di squadra di Rabat, Mika Kallio. Il migliore tra i piloti italiani nel GP del Giappone è stato Franco Morbidelli (Kalex), che ha tagliato il traguardo in settima posizione, mentre non è andata bene per Mattia Pasini (Kalex) che è caduto e si è poi ritirato. A terra è finito anche Riccardo Russo (Suter), il pilota campano non ha terminato il primo giro. Fuori dai punti ha chiuso Lorenzo Baldassarri (Suter), in diciassettesima posizione. Dopo il GP del Giappone, Esteve Rabat consolida la sua leadership in campionato portandosi a 294 punti, contro i 256 di Mika Kallio in seconda posizione, mentre Maverick Vinales è terzo con 224 punti.

Moto - Infomotogp

Un secondo e un quinto posto al termine della prima giornata di prove sul circuito di Motegi, ecco il bottino di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi. Si tratta di una buona notizia per entrambi perché le M1 si confermano competitive anche in una pista difficile come quella di Motegi, che mette a dura prova sia il motore che i freni. "Dopo la vittoria di Aragon - ha detto Lorenzo - sapevamo che qui forse avremmo avuto la possibilità di andare più veloce e di essere più competitivi con il pneumatico normale al posteriore. Inoltre sapevamo che anche l'anno scorso siamo stati competitivi e avevamo un buon grip. Fin dall'inizio siamo stati veloci e anzi siamo andati meglio di quanto ci aspettassimo. La moto va molto bene, siamo in grado di migliorare alcuni piccoli dettagli nell'impostazione generale di telaio ed elettronica, ma in generale il ritmo è molto buono, quindi sono felice. Anche Rossi appare soddisfatto. Il suo quinto posto arriva nonostante le difficoltà in frenata per il dolore al dito indice (fratturato) della mano destra. "Mi sento bene sulla moto e non ho particolari problemi. Ho qualche piccolo dolore con il dito - ha detto Rossi - soprattutto quando freno ho un po' di dolore, ma io sono ottimista, posso frenare bene e per questo e mi sento a mio agio. In generale, il primo giorno non è andato così male, ho un buon passo e sono abbastanza soddisfatto. Dobbiamo ancora lavorare molto, perché non abbiamo ancora trovato il giusto equilibrio, ma in quinta posizione non è poi così male. Ho un buon ritmo e sembra che la Yamaha funzioni bene qui a Motegi ".

Moto - Infomotogp

INFOMOTOGP
MOTORI

Questo blog non è ufficiale e non è associato in alcun modo con il sito ufficiale www.motogp.com e con Dorna SA. MotoGP, Moto2 e Moto3 sono marchi registrati da Dorna SA. This blog is unofficial and is not associated in any way with the official web site www.motogp.com and Dorna SA. MotoGP, Moto2 and Moto3 are registered trade marks of Dorna SA .


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2014 WeBoost MEDIA S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 105 49 521 002