MOTORI
MotoGP Giappone: Lorenzo di nuovo accanto a Stoner
Scritto il 2012-10-11 da Luca Bologna su Infomotogp

Fonte: www.motogp.com

Eccolo Casey Stoner, con il suo classico sorriso accanto a Jorge Lorenzo, che nella foto è praticamente circondato dalla Honda, che in casa sua, a Motegi è disposta a tutto pur di arrivare a mettere in difficoltà il maiorchino della Yamaha.

Lorenzo, in conferenza stampa a Motegi, comunque non si è fatto perdere d'animo: "Queste tre gare saranno molto importanti per il campionato e per i punti, e il nostro obiettivo è quello di mantenere lo stesso ritmo che abbiamo avuto in tutto il campionato, sempre cercando di lottare per pole position e per podi e vittorie. Questo è il mio obiettivo, e se è possibile vincere le gare che sto per fare, e se poi non andrà bene mi accontenterò dei podi nelle ultime quattro gare. Di solito qui per Yamaha non è così semplice, perché noi abbiamo qualche difficoltà in accelerazione, ma abbiamo una buona frenata e in ingresso di curva, che sono i nostri punti di forza. L'anno ho fatto il secondo posto e finito non lontano da Dani, e quest'anno con il 1000cc ci sono un più competitivi quindi cercheremo di essere ancora più vicino".

Al suo rientro Stoner, invece, si ritrova in mezzo alla lotta per la conquista del mondiale, cosa che a lui però non interessa. Nessun ordine di scuderia dalla Honda per aiutare Pedrosa, solo la voglia di vedere se la lesione ai tendini della caviglia abbia terminato di tormentarlo:  "Tutti mi hanno chiesto come è stata la vacanza a casa, ma io non i sono divertito affatto. Nelle condizioni in cui ero, non si può davvero fare qualsiasi cosa, anche l'allenamento è stato difficile. Ovviamente è molto bello essere di nuovo qui in pisata, certo non è il modo in cui volevo finire la mia ultima stagione con l'infortunio, saltando anche qualche gara perdendo le mie chanches per giocarmi il titolo... Questo è stato sicuramente molto deludente, ma sono qui per fare del mio meglio da qui alla fine della stagione. Mi sento bene e fresco e dovremo vedere come mi trovo in sella alla mia moto da domani. Aver passato molto tempo fuori dalle gare potrebbe non aiutarmi nel mio primo giorno di prove".

Più spensierato l'approccio di Dani Pedrosa. L'unico in grado di poter insidiare Lorenzo, infatti, cerca di non pensare troppo alla classifica: "Come ho già detto, quello che è veramente importante è divertirmi e godermela. Stiamo facendo buone gare ed è bello anche per la squadra perché abbiamo fatto progressivamente meglio durante il campionato". 

Decisamente positivo, infine, Andrea Dovizioso, che sulla pista di Motegi, nel 2004 conquistò la sua prima vittoria mondiale in 125: "Questa pista va bene per il mio stile e sarà davvero interessante vedere come sarà con la Yamaha. Di sicuro Dani è veramente veloce in questo momento e soprattutto su questa pista, ma il mio obiettivo è quello di cercare di essere nel bel mezzo della battaglia di Dani, Lorenzo e Casey forse, anche perchè non so quanto velocemente si può essere ristabilito con il suo infortunio . Sono molto fiducioso."

Moto competitiva non si stravolge. Ecco la Yamaha M1 2015, una moto di passaggio che non ha contenuti inediti, piuttosto racchiude in se tutti i miglioramenti chiesti da Valentino Rossi e Jorge Lorenzo durante lo scorso anno.  Dunque la M1 esteriormente non presenta novità di rilievo rispetto al passato, se non per la nuova livrea, caratterizzata dalla M di Movistar ora più grande e per l'arrivo del logo Abarth al posto di quello, sempre del gruppo FCA, Iveco, che era presente nel 2014 sui cupolini della Yamaha. Come già visto nel 2014, rimane al suo posto il corto silenziatore della Akrapovic, che ha preso il posto del classico barilotto nei test fatti lo scorso anno. La cosa che la Yamaha doveva migliorare era il seamless, e pare che questo nuovo cambio ci sia anche se non sappiamo se sia al livello della Honda, ma lo scopriremo già nei test di Sepang. Ci si aspetta un cambiamento radicale della moto durante quest'anno. Nel 2016 arriverà la nuova elettronica unica e le gomme Michelin che verranno testate già al termine della prime tre giorni collettiva a Sepang anche dal Rossi e Lorenzo. Proprio sulla scia di queste importanti novità la Yamaha avrà l'opportunità di far vedere la sua fantasia, modificando radicalmente l'M1, da troppo tempo sempre simile a se stessa.

Moto - Infomotogp

INFOMOTOGP
MOTORI

Questo blog non è ufficiale e non è associato in alcun modo con il sito ufficiale www.motogp.com e con Dorna SA. MotoGP, Moto2 e Moto3 sono marchi registrati da Dorna SA. This blog is unofficial and is not associated in any way with the official web site www.motogp.com and Dorna SA. MotoGP, Moto2 and Moto3 are registered trade marks of Dorna SA .


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2015 WeBoost MEDIA S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 105 49 521 002