MOTORI
Moto2: Corti "Con Pedercini prendo anche dei soldi"
Scritto il 2012-10-06 da Luca Bologna su Infomoto2

Fonte: Photo ZAC!

Claudio Corti si è qualificato per la Superpole con il 12° tempo a Magny Cours, ma poco prima di tornare al box per continuare la sua preparazione in vista di domenica, ha fatto un salto in sala stampa.

"Non mi sembra vero - ha iniziato scherzando Corti - per una volta per correre prendo anche dei soldi. Pedercini mi ha chiesto di venire a correre e mi paga anche!"

La situazione della Moto2 ha lasciato dell'amaro in bocca a Corti, che non ha perso comunque le speranze di correre ancora nel mondiale. 

"Tra me e la squadra - ha detto Corti - adesso ci sono gli avvocati. Io non riconosco come licenziamento le cose che mi addebitano e non ritengo il loro comunicato uno strumento valido per cacciarmi. Nel Team Italtrans non sono io il problema, quello viene da dissidi interni e io ne ho fatto le spese. Di offerte per correre ancora in Moto2 ne ho, infatti, quasi certamente, se tutto andrà a posto, andrò in Malesia, ma non vi dico con chi". 

A Magny Cours, la prima presa di contatto con la Superbike, una moto completamente differente dalla Moto2.

"In due giorni avrò messo su due chili - ha detto Corti - questa moto ti fa fare molto movimento e per stare attaccato al manubrio si fa molta fatica, comuque questa categoria a me piace molto, io che vengo da questo paddock (prima in Superstock 600 e poi nella Stock 1000 prima della Moto2), devo dire che la Superbike è veramente affascinante. Speriamo di fare altre gare, che ne so, magari Pedercini potrebbe farmi fare l'ultima del CIV...".

Ecco il prototipo Kawasaki MotoGP che sta girando con Dominique Aegerter a Jerez de la Frontera con le Superbike. La foto del collega Jose Manuel Gonzalez Tamjon dice poco se non la moto sembra comunque derivata dalla Kawasaki ZX10 da SBK, ma appare già come un passo avanti rispetto alla moto usata da Avintia nella scorsa stagione. Molto lavoro sembra sia stato fatto a livello di telaio e di sovrastrutture, con il codino, parte più visibile in questo scatto, rivolto verso il basso per sfruttare al meglio l'aerodinamica della nuova carena. Simile alle unità Aprilia, invece, è il forcellone, che ricorda quello visto sulle RSV4 SBK e ART, mentre appare chiara dalla conformazione del serbatoio la volontà di centralizzare le masse. Il serbatoio vero e proprio si trova infatti vicino al pilota (e verosimilmente anche in parte sotto alla sella stessa), mentre nella parte anteriore del serbatoio si vede l'airbox. Al momento non è chiaro quale sia lo scopo di queste prove, la Kawasaki, infatti non ha mai parlato di un possibile ritorno alle corse nella MotoGP, ma è intenzionata a proseguire il suo impegno nella Superbike.

Moto - Infomotogp

Come riporta il sito motorionline.motograndprix.com, lo svizzero Dominique Agerter proverà a fine gennaio un prototipo di Kawasaki MotoGP. La prova si svolgerà a Jerez a fine gennaio, un periodo teoricamente proibito per le prove della classe regina, ma Aegerter non è un pilota della MotoGP e la Kawasaki non è a nessun titolo nel campionato, quindi la prova non è vincolata a nessun regolamento. “Il 26 e 27 gennaio proverò a Jerez con la Kawasaki - ha detto lo stesso Aegerter - Sarò lì con la mia squadra e ci sarà anche il test Team Kawasaki. Guiderò un prototipo. E’ stata la Kawasaki ad invitarmi a questo test. A Barcellona (quando provò la Avintia-Kawasaki) avevo conosciuto delle persone coinvolte in questo progetto. Non so esattamente come sarà la moto, so solo che avrà pneumatici Michelin, ma non quelli che saranno utilizzati nel 2016. Non sarà semplice, ma sono molto eccitato dall’idea di questo test.” Se la Kawasaki fosse veramente interessata al rientro, ritorneremo ad avere prima o dopo tutti i maggiori players del mercato mondiale delle moto, con le 4 sorelle giapponesi al completo: Honda, Yamaha, Suzuki e Kawasaki, naturalmente. Poi i costruttori europei, con Ducati e con Aprilia al suo rientro ufficiale nella classe regina proprio in questa stagione. Dominique Aegerter non è comunque nuovo alle prove di MotoGP. Lo scorso anno aveva guidato la Avintia-Kawasaki a Barcellona, dalla quale aveva riscontrato buone sensazioni.

Moto - Infomotogp

Il Team Italtrans punta diretto al titolo della Moto2 con l'ultima mossa fatta sul mercato dei tecnici. Ad assistere le Kalex di Mika Kallio e Franco Motbidelli, infatti saranno due personaggi di assoluta eccellenza: Aligi Deganello e Antonio Jimenez. Il tecnico italiano sarà al fianco di Franco Morbidelli con il compito di far crescere il giovane talento dell'Academy di Rossi. Deganello ha una vastissima esperienza nel motomondiale che ha frequentato prima della Superbike con la quale ha anche vinto dei mondiali sia con Max Biaggi che con Sylvian Guintoli proprio quest'anno. Deganello prima della SBK era con Marco Simoncelli, pilota che ha portato all'iride con la Gilera 250. Ottimo pedigree anche per Antonio Jimenez. Lo spagnolo ha lavorato con Bautista in MotoGP fino alla fine del 2014, mentre nel 2015 sarà al fianco di Mika Kallio, pilota desideroso di rivincita nei confronti di Esteve Rabat, contro il quale ha perso il mondiale di quest'anno. Con questo assetto il Team Italtrans si pone come competitor concreto per il mondiale del prossimo anno.

Moto - Infomotogp

INFOMOTOGP
MOTORI

Questo blog non è ufficiale e non è associato in alcun modo con il sito ufficiale www.motogp.com e con Dorna SA. MotoGP, Moto2 e Moto3 sono marchi registrati da Dorna SA. This blog is unofficial and is not associated in any way with the official web site www.motogp.com and Dorna SA. MotoGP, Moto2 and Moto3 are registered trade marks of Dorna SA .


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2015 WeBoost MEDIA S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 105 49 521 002